Seleziona una pagina

Si sa, vestire i bambini non è mai un’impresa facile! Si tratta un po’ di fare una mini partita di wrestling, vero? Cercare di svestire e rivestire un bambino può essere una vera e propria impresa che mette a dura prova la pazienza dei genitori ma tranquilli, imparare non è difficile e man mano che il vostro piccolo crescerà vedrete allargarsi anche il suo senso di responsabilità ed indipendenza che lo porteranno a sapersi vestire da solo. E ciò vale anche per il pigiama, indumento indispensabile per il nostro bambino o la nostra bambina, Vediamo assieme come scegliere il pigiama per i nostri bambini con i nostri consigli!

Che cos’è, in effetti, un pigiama?

L’unico abito che ci fa sentire davvero a nostro agio, e ciò vale anche per noi adulti, è il pigiama. Questo indumento nel corso della storia ha subito diverse modifiche a seconda della regione del mondo dove è stato introdotto.

Sembrerebbe comunque che il pigiama sia un indumento originariamente nato in Persia, ma allora il suo utilizzo era completamente differente da come lo conosciamo oggi, infatti inizialmmente era un indumento utilizzato solo ed esclusivamente per coprire le gambe, infatti veniva chiamato “pae jama”, mentre oggi si usa per andare a dormire.

Quanti tipi di pigiama esistono?

Esistono in commercio oggi diverse tipologie di pigiama, da quello classico a due pezzi a quello a tuta intera, vediamoli nel dettaglio:

  • il pigiama classico: composto da due pezzi, è il modello più usato in assoluto perché è facile sia da indossare che da togliere. E’ formato da una maglia morbida e un pantalone generalmente dello stesso tessuto.
  • tuta in pile: si tratta in questo caso di un pezzo unico ed è conosciuto come il classico pigiama per i bimbi, poiché provvede ad una copertura totale del corpo, spesso copre anche i piedini dei bimbi e si può avere l’apertura sia sul davanti che sul retro;
  • sottoveste & camicia da notte: abiti che spesso troviamo in seta, ma si adattano decisamente più sulle signore adulte!

Pigiama per i bambini

I bambini tendono a passare molto tempo con il pigiamino addosso, quindi quando dobbiamo preoccuparci di questo acquisto sarebbe preferibile scegliere tessuti di buona qualità e che non diano problemi in quanto a tessuti e comodità.

Quando si fanno compere, infatti, si tende a badare più all’estetica delle cose piuttosto che la qualità, e a volte ciò accade anche se si acquistano capi per il bambino. La fetta di mercato dei pigiami per bambini ad oggi è comunque più ricca che mai, infatti possiamo trovare tantissimi modelli con tante fantasie diverse, colori e stampe dedicate ai loro idoli preferiti.

Il pigiama infatti è un capo molto spesso abbinato ai super eroi e le eroine dei cartoni animati, per far sentire il bimbo più al sicuro o forse perché possa sentirsi egli stesso un piccolo eroe!

Ad ogni modo, comunque, non sempre il pigiama dalla trama più accattivante è quello che presenta una migliore qualità, ma anche se dovessimo trovarci a capi con prezzi fin troppo bassi, quindi come possiamo scegliere il pigiama adatto al nostro bambino?

Possiamo innanzitutto suggerirvi di leggere bene le etichette quando si tratta di acquistare non solo il pigiama ma qualsiasi tipo di capo per bambini, ma comunque spesso ciò non basta, e bisogna tener conto sia dei tessuti che compongono i capi d’abbigliamento e sia dei coloranti, che giocano un ruolo di prim’ordine nella salute della pelle del bambino. Tra un tessuto naturale e uno sintetico, è consigliabile acquistare pigiami in tessuti naturali in quanto quelli sintetici, direttamente a contatto con la pelle possono provocare irritazioni ed eritemi.

In più c’è da dire che anche la stagione influisce molto sul pigiama e su come sceglierlo!

pigiamini

Il pigiama estivo

In estate è giusto che il bambino sia libero di muoversi ed avere le braccia e le gambe scoperti per poter rimanere al fresco anche durante la notte. Il tessuto migliore da prendere in considerazione è il cotone, che è morbido sulla pelle e traspirante, assorbe il sudore nel caso il bimbo abbia caldo durante la notte e soprattutto contribuisce a far sentire il bimbo comodo e protetto! Che si tratti di neonati o bambini molto piccoli, il pigiamino può avere pantaloncini corti e t-shirt oppure essere formato unicamente da un pagliaccetto che lasci braccia e gambe scoperti e che sia facile da indossare e togliere.

Il pigiama invernale

Per quanto riguarda i pigiamini invernali per bambini, durante le stagioni più fredde conviene invece tenere il nostro bambino al caldo e spesso, specie se i bimbi sono freddolosi, si possono comprare dei teneri pigiamini in pile. Il pile infatti, sebbene si tratti di una fibra sintetica, è ad oggi sempre più raffinata ed aiuta non solo a trattenere il calore corporeo, ma anche il lavaggio dello stesso! Il pile infatti non deve essere stirato ed è un tessuto che si asciuga molto facilmente. In più, si tratta di un materiale grazie al quale possiamo riciclare la plastica e perciò è molto utile anche per l’ambiente.